Come gestire cancelli e barriere con Ajax

Cancelli o barriere: la prima linea di sicurezza che si incontra sulla strada verso la proprietà protetta. Ci sono molti altri modi per rendere questa prima barriera davvero affidabile, più di quanto non consenta di fare un’unità di controllo a telecomando standard.

Spieghiamo ora quali funzionalità sono disponibili con il controllo di barriere e cancelli di Ajax e perché è importante utilizzarlo.

Perché Ajax se “tutto funziona già così com’è”?

Lo scopo della barriera o del cancello è proteggere dai problemi e dal trambusto del mondo esterno, non crearne altri. Ecco 5 problemi riscontrati dagli utenti almeno una volta nel funzionamento di barriere e cancelli:

1. Perdita di tempo nell’attesa

Il prezzo del tempo è estremamente elevato. Una persona in media passa 4 mesi della sua vita ad attendere il verde al semaforo. Perché perdere un altro paio di mesi ad aspettare che un cancello o una barriera si apra?

Con Button, l’utente può guidare attraverso i cancelli o le barriere senza perdere tempo per fermarsi ad aspettare. Button funziona a distanze fino a 1.300 metri (in campo aperto) e impiega solo 0,15 secondi a trasmettere il comando. Per fare un confronto: in media, la portata massima di un telecomando raggiunge i 200 metri, ma in realtà si tratta di circa 20-30 metri.

ajax manage gates barriers

2. Timore di contraffazione e attacchi informatici

Molto spesso, i telecomandi per il controllo di cancelli e barriere non sono protetti dalla contraffazione e la crittografia dei segnali è obsoleta o del tutto inesistente. Tali sistemi possono essere attaccati in pochi minuti con un dispositivo di acquisizione del codice, detto code grabber.

Un code grabber è un dispositivo che imita un telecomando ed è in grado di attaccare il sistema di controllo di un cancello o di una barriera.

In Ajax, tutti i dati sono crittografati con un algoritmo a chiave mobile. Ogni dispositivo Ajax è dotato di un codice univoco di identificazione e il protocollo radio Jeweller controlla ed etichetta ogni sessione di comunicazione con i dispositivi. Il sistema è invulnerabile ai code grabber; non può essere controllato da un dispositivo che non sia connesso a un hub. E, in caso di smarrimento del pulsante di controllo, è possibile disconnettere il pulsante dall’hub con pochi clic nell’app.

Ajax protected against fraud

3. Incidenti e calamità

Neanche i cancelli più alti riescono a proteggere da situazioni impreviste. Per esempio, nel caso in cui un datore di lavoro non abbia notato che un dipendente licenziato continua ad avere il pulsante di comando di un cancello o una barriera. Il sistema di sicurezza Ajax protegge da queste disattenzioni. Con WallSwitch, il cancello o la barriera si disattiva da un comando dell’app per dispositivi mobili oppure automaticamente quando si inserisce l’allarme per l’oggetto. In questo modo, gli invasori non potranno aprire il cancello o sollevare la sbarra, anche se sono riusciti ad avere accesso al pulsante Button.

4. La confusione con i telecomandi

La necessità di ricordarsi costantemente di portare con sé un telecomando separato per la barriera o il cancello: questo già di per sé complica la vita. Se una struttura protetta ha diverse entrate e uscite, ognuna con il proprio cancello o barriera, sarà un caos. Portare con sé un mucchio di telecomandi non è sempre comodo, così come dover utilizzare più di un telecomando.

Con Ajax, l’intero sistema è sullo smartphone. Anche se l’utente si trova dall’altro lato della città e non ha con sé il pulsante di comando, può comunque aprire i cancelli o alzare le sbarre con l’app Ajax.

5. Funzionalità limitate

Con Ajax, i cancelli e le barriere diventano parte dell’ecosistema di sicurezza, lo completano e lo potenziano. Il sistema di sicurezza diventa un costruttore tecnologico, le cui possibilità sono determinate interamente dall’utente. Per esempio, collegando una telecamera di videosorveglianza al sistema, l’utente potrà vedere sul proprio smartphone chi sta suonando il clacson alla sbarra, il tutto senza doversi spostare inutilmente o distrarsi dalle occupazioni importanti. Oppure, è possibile aggiungere rilevatori di movimento stradale al sistema e bloccare i cancelli in caso di allarme. Con Ajax, è possibile controllare i cancelli e le barriere dal proprio telefono, così da avere il telecomando sempre con sé e non doversi preoccupare della sicurezza della propria casa o dell’ufficio.

Come iniziare a usare Ajax per controllare barriere e cancelli?

È necessario avere un hub e un relé RelayWallSwitch per la connessione. Se lo si desidera, è possibile affiancare al sistema un pulsante intelligente Button.

  • Relay — per aprire e chiudere sbarra/cancello.
  • WallSwitch — per attivare e disattivare l’alimentatore di sbarra/cancello.
  • Button — per il controllo senza l’app.

Relay

Relè a contatto pulito wireless, a bassa tensione
Ulteriori informazioni

WallSwitch

Relè di potenza wireless con monitoraggio del consumo energetico
Ulteriori informazioni

Button

Pulsante antipanico wireless / telecomando per il controllo degli scenari
Ulteriori informazioni

Hub 2 Plus

Centrale di controllo avanzata che supporta il rilevatore di movimento con foto-verifica
Ulteriori informazioni

I cancelli e le barriere moderni a funzionamento elettrico sono dotati di un’unità di controllo remoto. Questa è composta da un azionamento e da dispositivi di controllo (come il telecomando del cancello). L’azionamento riceve i comandi dai dispositivi di controllo e attiva il meccanismo di apertura/chiusura del cancello o della barriera. L’azionamento deve avere un ingresso di controllo per poter essere connesso ad Ajax.

👉 Maggiori informazioni su come integrare un cancello o una barriera con Ajax

Se noti degli errori ortografici, seleziona il testo e premi Ctrl + Invio

Notifica di errore ortografico

Il testo seguente sarà inviato ai nostri revisori: